Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
martedì 05 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, due escursionisti vengono sfiorati dalla colata di ghiaccio

Attualità giovedì 19 maggio 2022 ore 17:30

Pisa apre le porte agli apiari urbani

Presentato “Bee the change”, un progetto dell'associazione Arcadia per la tutela delle api, in occasione della Giornata mondiale a loro dedicata



PISA — In occasione della giornata di domani, venerdì 20 Maggio, dedicata in tutto il mondo alla tutela delle api, a Pisa viene presentato il progetto “Bee the change”, ideato dall’associazione Arcadia, con il patrocinio del Comune di Pisa e la collaborazione della Ludoteca Scientifica del Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa, finalizzato alla tutela della biodiversità del territorio e in particolare alla conoscenza della vita delle api. Attraverso l’installazione di apiari urbani, l’associazione vuole sensibilizzare al rispetto, alla tutela dell’ambiente e alla conoscenza delle api, organizzando anche laboratori didattico-scientifici, visite guidate, percorsi socioeducativi di integrazione sociale e riabilitativi.

“Tengo fortemente a questo progetto – ha dichiarato l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani - che permetterà ai cittadini, e soprattutto ai ragazzi delle scuole, di conoscere il mondo delle api, che rappresentano un anello fondamentale del nostro ecosistema, e in più hanno anche una valenza sociale, perché sono una comunità efficientissima, in cui tutti collaborano con gli altri, quindi rappresentano anche un grande esempio per gli uomini da un punto di vista sociologico. Aderiamo quindi con convinzione a questo progetto e come Comune facciamo la nostra parte individuando e mettendo a disposizione un’area in cui verranno posizionati gli apiari urbani, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza, per sensibilizzare i cittadini alla conoscenza, al rispetto e alla tutela di questi importanti animaletti”.

“Da 24 anni Arcadia – ha spiegato Renata Palmieri, presidente dell’associazione - promuove e valorizza le risorse sociali, sportive, culturali e artistiche, storiche ed ambientali del territorio, oltre alla sua azione nel Terzo Settore e con “Bee the Change” vogliamo contribuire ad avvicinare le persone alla natura e svelare loro il forte legame di interconnessione che ci lega ad essa. Si tratta di un progetto a cui teniamo molto, che non avremmo potuto realizzare senza il pieno appoggio dimostrato dal Comune di Pisa, a partire dal sindaco Conti e dagli assessori Magnani, Bedini e Munno per far sì che, tramite “Bee the Change”, Pisa possa rientrare tra i comuni “Amici delle Api”.”

“Bee the Change” è un progetto che nasce in seno ad Arcadia tramite i suoi soci Corrado Mundo ed Enrico Roverani, apicoltori e membri del circuito nazionale di apicoltura urbana, grazie al sostegno e alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Pisa, tramite il coinvolgimento dei tre assessorati alla Cultura, alle Politiche per l'ambiente e alle Politiche educative e scolastiche, insieme alla LUS, Ludoteca Scientifica del Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa, che sarà sede dei percorsi didattici e di divulgazione scientifica.

La Ludoteca Scientifica alla Cittadella Galileiana ospiterà un laboratorio che si avvarrà di un apiario urbano didattico collocato nei giardini o nelle aree verdi adiacenti ai Vecchi Macelli, in una collocazione da valutare nel pieno rispetto delle norme di sicurezza relative al posizionamento delle arnie in centro abitato. “L’iniziativa – spiega Sergio Guidici, docente di Fisica sperimentale e direttore del Museo degli strumenti di fisica - garantirà l’organizzazione di laboratori educativi per grandi e piccoli orientati all’introduzione all’apicoltura, per conoscere meglio il mondo delle api. Ci interessa molto studiare la loro capacità di orientarsi, così come capire come le api rappresentino un bio-indicatore della salubrità dell’ambiente. La Ludoteca Scientifica è molto interessata a fare attività didattica su questo argomento che è di interesse dai bambini piccoli fino agli studenti universitari.”

I percorsi didattici si svilupperanno su tre diversi livelli: uno basico adatto a scuole elementari e medie, che si concentrerà sulle api e sui prodotti dell’alveare; uno di livello intermedio, destinato a scuole medie e superiori, che si addentrerà nello studio del volo delle api e del processo di impollinazione; infine un terzo livello avanzato per le scuole superiori, che si soffermerà sulle api sentinelle ambientali e sul biomonitoraggio. Prevista inoltre la formazione per futuri operatori, tramite corsi formativi inseriti nel percorso universitario di Scienze della Formazione dell’Università di Pisa, sul tema dell’apicoltura urbana. Il progetto, che vede l’inizio dei percorsi formativi per operatori già dal 16 maggio, a ridosso della Giornata Mondiale delle Api, inizierà a pieno ritmo dal 1 settembre 2022, durante la Giornata per la Custodia del Creato, con il posizionamento delle arnie. Info: https://www.asdarcadia.com/bee-change/


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca

-->