QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
mercoledì 16 ottobre 2019

Attualità martedì 11 luglio 2017 ore 17:40

Sul bus con cane e gatto, in Toscana ora si può

Le legge entrerà in vigore a marzo 2018

Via libera all'unanimità per la legge che consente il libero accesso degli animali d'affezione sui mezzi di trasporto pubblico dell'intera regione



FIRENZE — Cani gatti furetti: in carrozza! E’ appena stata approvata all’unanimità dal consiglio regionale della Toscana la proposta di legge che consente il libero accesso degli animali d’affezione sui bus del trasporto pubblico locale su tutto il territorio regionale. Già in commissione l’iniziativa legislativa che vede prima firmataria Irene Galletti (M5s) aveva ricevuto il via libera collettivo. In aula, oggi, la replica senza intoppi con 29 voti favorevoli su 29 votanti.

Le porte delle flotte dei torpedoni toscani si apriranno ai pet di casa a partire dal 31 marzo 2018, così da dare il tempo ai soggetti gestori di adeguare le carte dei servizi. E’ la prima volta che in Toscana la materia viene normata in maniera uniforme. Finora ogni azienda di trasporto aveva il proprio regolamento che lasciava spesso margini di discrezionalità, a parte l’ammissione a titolo gratuito dei cani guida per non vedenti.

Non sarà più così, perché con la nuova legge si rende esplicito “il libero accesso degli animali d’affezione sui mezzi del trasporto pubblico locale”. Sarà consentito il trasporto di un solo cane a persona e, a parte i cani guida, per salire a bordo sarà necessario far indossare al quattro zampe la museruola e tenerlo al guinzaglio. Naturalmente non si sporca e non si disturba. Gli altri animali d’affezione invece, prevede la legge, saranno custoditi in appositi trasportino.



Tag