QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
lunedì 17 giugno 2019

Attualità sabato 29 dicembre 2018 ore 09:32

Esplosioni dolorose, così i pet sentono i botti

Per i cani le esplosioni sono addirittura dolorose

Tra la finestra uditiva umana e quella di cane e gatto non c'è partita: il loro udito è estremamente più sviluppato. Lo spiega Edgar Meyer



ROMA — Fuggono finendo per strada investiti dalle auto, disorientati per lo spavento sbattono in pali e palazzi ferendosi o perdendo addirittura la vita; i più delicati, spesso, domestici o selvatici che siano, muoiono di crepacuore. Sono i nostri animali esposti ai botti di petardi e materiali pirotecnici nella notte di capodanno.

Ma perché le esplosioni hanno su di loro questo impatto così importante e dannoso? Lo spiega il presidente dell'associazione Gaia Animali & Ambiente Edgar Meyer: "L'udito del cane e del gatto è molto superiore a quello dell'uomo", premette. 

Ed ecco i dati: "Noi abbiamo una finestra uditiva compresa tra le frequenze denominate infrasuoni, ovvero al di sotto dei 16 hertz, e quelle denominate ultrasuoni, cioè al di sopra dei 15.000 hertz. Il cane, invece, percepisce fino a 60.000 hertz e il gatto fino a 70.000". 

Proprio tutta un'altra dimensione percettiva: "Il cane è in grado di udire frequenze superiori alle 80mila vibrazioni al secondo - approfondisce Meyer - e la sua sensibilità uditiva è talmente alta che i botti gli causano un vero e proprio dolore". 

Ecco dunque che anche da Gaia arriva l'appello a limitare se non evitare i botti: "Il Capodanno sia un giorno di festa", esorta Meyer. "Lo sia per tutti, animali compresi, magari festeggiando con 'fuochi' più silenziosi, spesso anche i più belli, come ad esempio le cosiddette fontane".

In città però per uno che evita c'è uno che esplode. Come proteggere i nostri amici a 4 zampe? "Quelli che normalmente vivono all'esterno - suggerisce Meyer - andrebbero tenuti temporaneamente in un luogo chiuso, comodo e rassicurante. Per i gatti abituati a usare il gattaiolo, cioè lo sportello per uscire, beh quest'ultimo va tenuto chiuso, preparando in casa una cassetta per i bisogni". 

"In generale, poi - conclude il presidente di Gaia Animali & Ambiente - fate attenzione che non escano quando aprite la porta, e, quando portate a spasso il cane, non vi fidate a slegare il guinzaglio. Inoltre si consiglia di tenere alto il volume della tv, della radio o altri abituali suoni casalinghi per coprire in parte il rumore dei botti, specialmente se l'animale resterà solo in casa".

Monica Nocciolini
© Riproduzione riservata



Tag