comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Toscana Media News
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
lunedì 10 agosto 2020
corriere tv
Viviana Parisi, procuratore Cavallo: «Tutte le ipotesi sono aperte, cerchiamo ancora il bambino»

Politica venerdì 03 luglio 2020 ore 11:31

Convenzione con Enpa, i dubbi della minoranza

gatti randagi
Foto di repertorio

Secondo il gruppo di minoranza "Terra Nostra" la cifra stanziata contro il randagismo dal Comune di Rio è troppo alta e la convenzione generica



RIO — "A.A.A. cercansi cani e gatti randagi a Rio, e se qualcuno li vede, per cortesia, avvisi il Sindaco Corsini o la sua Giunta, almeno si darà un senso alla delibera che hanno fatto il 1 giugno scorso, per convenzionarsi con l’Enpa per diecimila euro all’anno (euro 850,00 al mese circa) e per un biennio, per gestire questo preoccupante fenomeno che toglie il sonno alla nostra comunità". 

La convenzione fra il Comune di Rio e l'associazione Elba è finita sotto la lente del gruppo di minoranza consiliare Terra Nostra che critica quanto è stato stabilito.

"Una convenzione di ben 6 articoli dove non si sa 'chi fa cosa':  aggiunge Terra Nostra - non si parla di chi paga le spese sanitarie e di veterinario, non si sa se viene tenuta un’anagrafe degli animali, non si sa come e quali servizi sulle colonie feline (ma a Rio dove sono?) e a quali orari, chi farà la pulizia e la disinfestazione, chi gestisce i decessi, etc. etc. etc. E’ sconcertante la 'leggerezza dell’essere' della Giunta riese (non tutta, a dir la verità visto che per la prima volta, la delibera è passata a maggioranza) già riscontrata peraltro, in tantissime altre circostanze".

"Ma il bello  prosegue il gruppo di minoranza - è che esiste già un’altra convenzione, del 9 giugno 2018, che impegna il nostro Comune assieme agli altri per la costruzione del canile comprensoriale, ma anche per la lotta al randagismo e per l’attivazione del pronto soccorso veterinario, con capofila il comune di Capoliveri, autorizzato a prelevare dalla tassa di sbarco 25mila euro per fornire anche questi servizi. Se la convenzione è in vigore, si rischia di pagare due volte per lo stesso servizio di lotta al randagismo"

"Consigliamo al Sindaco di approfondire la cosa, - dichiara Terra Nostra - e di non esporsi ad un’eventuale danno patrimoniale, e quindi di ritirare o quanto meno sospendere la delibera stessa. Qui non si tratta di non voler bene gli animali, che nessuno mette in dubbio: il problema è come si spendono i soldi dei contribuenti. Purtroppo, in generale, le risorse che ci sono vengono spese male, molto male, e la gente dà la colpa di tutto alla fusione, che invece porta 882 mila euro all’anno. Alcuni esempi, oltre a questo sopracitato? 34mila euro per arruolare un funzionario che gestisca la fusione (un fusiologo? Ce ne sono di queste specializzazioni ?); probabilmente altrettanti per un ricercatore di finanziamenti comunitari (fra i dipendenti non c’è nessuno capace di farlo?); 13mila per l’addetto stampa del Sindaco, 21mila per lo streaming delle dirette del Consiglio comunale, 6 mila per tre concerti di Natale, 8mila per un depliantturistico a carboncino con tema i tetti delle case di Rio, etc. etc. etc". 

"Potremmo continuare, ma ci verrebbe da piangere,  conclude Terra Nostra - sapendo anche in quale stato di degrado versano le frazioni, i cimiteri, le buche per le strade,etc. etc. etc. Ricordiamocene, per non sbagliare più!"



Tag