comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
giovedì 29 ottobre 2020

PAROLE IN VIAGGIO — il Blog di Tito Barbini

Tito Barbini

In primo piano per decenni, nella politica italiana, all’improvviso non ne senti parlare più. Chiedi e nessuno sa darti notizie. Poi scopri che ha fatto una cosa che molti vorrebbero fare, ma sognano soltanto: dare lo stop alla vita di sempre e partire. Tito Barbini, classe 1945, sindaco di Cortona a 24 anni, poi presidente della Provincia di Arezzo, infine per 15 anni assessore regionale prima all’Urbanistica e poi all’Agricoltura, amico personale di Francois Mitterand. Si mette dietro le spalle tutto questo e intraprende un viaggio lungo cento giorni, che lo porta dalla Patagonia all’Alaska. Cento giorni a piedi e in corriera, per bagaglio uno zaino. Da allora attraversa confini remoti e racconta i suoi viaggi e i suoi incontri nei libri. E’ ormai, a tempo pieno, scrittore di viaggi. Più di dieci libri, non solo geografia fisica, paesaggi e luoghi, ma geografia della mente. In Patagonia o nel Tibet, un mondo altro, fatto di dolori, speranze, delusioni. Nel 2016 è uscito il libro "Quell’idea che ci era sembrata così bella - Da Berlinguer a Renzi, il lungo viaggio"

Mare greco

di Tito Barbini - mercoledì 01 luglio 2020 ore 08:20

Mare greco, mare di dei ed eroi le cui storie sono come le onde una dietro l’altra a prendere e lasciare sabbia. Terra scontrosa, avara di se, innamorata del proprio silenzio. E senza averlo messo in conto mi viene alla mente una delle letture più importanti della mia vita. 

Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati. Ricordi ? La fortezza Bastiani, estremo avamposto al limitare di una terra ostile. Distesa di acqua, distesa di dune: identica percezione del tempo e della solitudine. E anch’io, per come mi sento ora, sono Giovanni Drogo . 

Quest’isola dell’Egeo potrebbe essere la mia fortezza Bastiani. È fin qui che ho voluto spingermi e ora è qui che mi dibatto tra la tentazione di perdermi e quella di ritrovarmi. 

Guardo davanti a me, non c’è il deserto dei tartari, ma la voglia di esplorare e dipende tutto da noi , dalla nostra capacità di attraversarlo questo deserto. 

Senza paura, senza fasciarsi la testa di troppi pensieri.

Tito Barbini

Articoli dal Blog “Parole in viaggio” di Tito Barbini