QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
lunedì 12 novembre 2018

Altri mercoledì 13 maggio 2015 ore 12:47

Giallo Guerrina, le ultime novità

Padre Giovan Battista, il terzo dei frati che, il 1° maggio quando è scomparsa la Piscaglia era in canonica, sta parlando con i carabinieri



AREZZO — Il frate è intervenuto anche alla trasmissione su Rai Uno, la vita in diretta.

Ha confermato che fu il parroco Don Faustino a portarlo fino a Ca’ Raffaello per sostituirlo durante un suo viaggio a Kinshasa. Del primo maggio ricorda che il coniglio i tre confratelli lo mangiarono davvero, ma cucinato da Padre Graziano e da Padre Silvano. Poi ognuno si ritirò nella sua stanza. Il vincenziano dice di non aver visto Guerrina in canonica, e che solo alle sei di sera, mentre stava recitando il rosario in chiesa, arrivarono a dirgli che era scomparsa.

Intanto è stato fissato per il  27 maggio l'incidente probatorio per Cristina, la giovane romena che avrebbe raccolto alcune frasi giudicate "interessanti" dagli investigatori, pronunciate da Padre Gratien Alabi, il frate in carcere con l'accusa di omicidio volontario e soppressione di cadavere .

La giovane, sentita a verbale dai carabinieri a fine dicembre 2014, raccontò di aver avuto un rapporto sessuale con Padre Gratien pensando si trattasse di un professore di filosofia ma non disse loro quanto riferito poi durante un'intervista in tv. Ovvero che il giorno dopo, vista la foto di Gratien sul giornale, lo avrebbe chiamato al telefono chiedendogli di Guerrina e si sarebbe sentita rispondere che "la donna non c'era più". In un ulteriore passaggio con i media la ragazza, che risiede a Perugia, avrebbe raccontato di aver raccolto altre confessioni dal frate circa una donna che gli aveva fatto spendere molti soldi senza tuttavia alcun riferimento a Guerrina. Adesso la romena sarà sentita dal Gip del Tribunale di Arezzo Piergiorgio Ponticelli il 27 maggio presso il Palazzo di Giustizia di Arezzo, le sue dichiarazioni potranno essere utilizzate in questo modo per un eventuale processo. Intanto c'è attesa per l'udienza del Riesame in programma a Firenze venerdì 15 maggio durante il quale dovrà essere esaminata la richiesta di scarcerazione presentata dall'avvocato Luca Fanfani per Padre Gratien.



Tag