QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
lunedì 23 aprile 2018

Cani mercoledì 27 settembre 2017 ore 14:52

Setter come macchine sforna-cuccioli

Uno dei setter sequestrati. Foto: Guardie zoofile Oipa

Le guardie Oipa ne hanno trovati 8, 3 adulti e 5 cuccioli, in condizioni tali da portare alla denuncia del proprietario. Si indaga su un bassotto



GENOVA — Perennemente rinchiusi in un appartamento ricoperto di escrementi e senza illuminazione, privati di qualsiasi cura, malnutriti e costretti a riprodursi per sfornare cuccioli da rivendere al miglior offerente: sono le drammatiche condizioni di ritrovamento di 8 setter (due femmine e un maschio adulti, insieme a 5 cuccioli di poco più di un mese), sequestrati dalle guardie ecozoofile dell’Oipa a seguito di un segnalazione che indicava il presunto maltrattamento di più cani detenuti in un appartamento abusivo nel comune di Genova. 

Durante l’ispezione, oltre ai setter è stato trovato anche un bassotto, risultato in seguito di proprietà di un’altra persona e sul quale ci sono tuttora indagini in corso.

"Visibilmente denutriti, cachettici e molto intimoriti, i cani - scrive Oipa in una nota - erano completamente abbandonati a se stessi, privati di cure veterinarie e ridotti a vivere in condizioni di assoluto degrado tra mobili accatastati e i loro stessi escrementi, tanto che l’odore delle deiezioni sparse per tutta la casa esalava addirittura fino all’atrio del portone".

Particolarmente preoccupanti sono risultate le condizioni di salute di una delle femmine, di nome Palla, talmente deperita da non avere più latte per sfamare i cuccioli, affetta da alopecia diffusa in tutto il corpo e con piaghe da decubito nei punti di appoggio. 

"Tutti i cani - fanno sapere le guardie zoofile - sono stati sequestrati e condotti presso il canile comunale di Genova, mentre la proprietaria è stata denunciata per maltrattamento e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttiva di gravi sofferenze".



Tag