QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
sabato 22 settembre 2018

Spettacoli giovedì 19 ottobre 2017 ore 14:37

Il Museo del cinema porta in sala i cani

Fermento in sala prima dell'inizio. Foto: @museocinema (Twitter)

Oltre 50 quattro zampe hanno assistito, insieme ai loro umani, alla proiezione di uno dei film della saga di Rin Tin Tin in una serata speciale



TORINO — Cani e umani insieme al cinema: sono stati oltre 50 i quattro zampe che, insieme ai loro umani, l'altra sera hanno accolto l'invito del Museo del cinema di Torino per la serata speciale a ingresso libero al Cinema Massimo. 

Dopo l'introduzione con Randy Haberkamp, dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, cani e persone hanno assistito alla proiezione di Clash of the Wolves, pellicola del 1925 firmata da Noel Mason Smith, nella versione restaurata dalla Library of Congress di Washington. L'accompagnamento al pianoforte è stato assicurato dal maestro Stefano Maccagno.

Nessuno pare si sia lamentato di uggiolii e abbaiate, e chissà se oltre ai sacchettini di pop corn per bipedi abbiano fatto la comparsa secchielli di crocchette per lo svago della platea pelosa. Tutti avvinti dalla storia di Lobo, il famosissimo Rin Tin Tin, che nella storia filmica è leader di un branco di lupi su cui è stata messa una taglia. Ma il cane diventa amico di David Weston, dopo che questi gli cura una zampa, e lo aiuta contro il rivale Borax. Il finale è lieto e segna l’inizio della convivenza tra Lobo, Dave e la fidanzata May. Il film è il settimo della fortunatissima serie di film con il cane Rin Tin Tin.

La serata speciale, intitolata I grandi cani hollywoodiani, è stata organizzata all'interno di un intero ciclo di proiezioni dedicate agli animali-attori al cinema, ed è un evento collaterale della mostra Bestiale! Animal film stars che prosegue fino all'8 gennaio alla Mole Antonelliana.



Tag