QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
martedì 25 giugno 2019

Attualità martedì 26 febbraio 2019 ore 10:27

Traffico di cuccioli dall'est con base in Toscana

Sequestrati dalla guardia di finanza 35 cani di razza barbone. Le indagini scattate a Gorizia hanno portato a un allevamento abusivo a Prato



PRATO — Le indagini che hanno portato alla scoperta di un traffico di cuccioli di cani dall'Europa dell'Est sono iniziate dopo un controllo su strada della guardia di finanza di Monfalcone, in provincia di Gorizia. I militari hanno fermato un'auto al casello autostradale del 'Lisert' nel comune di Doberdò del Lago. Alla guida c'era un uomo di origine polacca. Nel bagagliaio, all'interno di un trasportino, c'erano tre cuccioli di razza barbone di poche settimane di vita, nascosti senza ricambio d'aria né cibo, tra i bagagli. Gli animali erano spaventati e non avevano le certificazioni sanitarie necessarie. 

Le indagini hanno permesso di capire che si trattava di cuccioli destinati a una donna residente a Prato. L'uomo è stato denunciato e i cuccioli sequestrati. 

Immediata è scattata quindi la segnalazione ai finanzieri pratesi che, dopo una perquisizione, hanno scoperto un allevamento abusivo di cani della stessa razza. Trentadue gli animali sequestrati a cui si sono aggiunti i tre scoperti nell'auto in Friuli Venezia Giulia. 



Tag