QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
venerdì 19 ottobre 2018

Attualità martedì 16 gennaio 2018 ore 18:00

In pediatria due dottori a quattro zampe

Al via i primi incontri di pet therapy rivolti ai piccoli degenti. “Presenze utili per i bambini e un aiuto per il loro percorso di guarigione”



LIVORNO — Diana e Kobe, due splendidi cagnoloni della scuola cinofila Human Dog, hanno cominciato questo pomeriggio il loro servizio di pet therapy rivolto ai piccoli degenti nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Livorno.

“Da molto tempo – ha spiegato Fabrizio Gadducci, Direttore Area Pediatrica USL Toscana nord ovest – stavamo cercando di far partire questa attività all’interno del nostro reparto. La professionalità e l’entusiasmo dimostrato dalla Human Dog ci ha fatto rompere ogni indugio. Una volta alla settimana proporremo ai nostri pazienti di passare un po’ di tempo in compagnia di questi splendidi animali che possono riuscire a far rilassare e divertire i nostri piccoli degenti. Si tratta di una iniziativa nella quale crediamo molto e che siamo convinti possa portare beneficio ai bambini e al loro percorso di guarigione”.

“In altre città, esperienze del genere, sono attive da tempo – ha ammesso Michela Cagliata della scuola cinofila Human Dog presente in reparto assieme a Caterina Raffaele, Francesca Meschini, Carla Francioni – ed hanno già dimostrato la loro utilità. Per questo ci siamo impegnati per portare all’interno dell’ospedale di Livorno questa possibilità frutto di percorso universitario che, oltre al personale, ha permesso di qualificare anche i nostri cani, tutti animali con una spiccata propensione verso la socialità. Durante gli incontri in reparto permetteremo ai bambini di vivere l’esperienza di ascoltare il battito cardiaco dei nostri animali o misurare loro la pressione sdrammatizzando così tutti quei gesti che generalmente i piccoli vivono in maniera passiva e preoccupata durante le loro degenze e facendo loro ricevere l’ambito riconoscimento di assistente DOGtore”.

Il progetto è reso possibile grazie alla sponsorizzazione della Farmacia Farneti, di Regalgioca, di Atommyco e Ita20.



Tag