QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
Qui News animali, Cronaca, Sport, Notizie Locali animali
lunedì 24 settembre 2018

Attualità sabato 18 agosto 2018 ore 16:08

Sacchi di sabbia a difesa dei nidi di tartaruga

Mobilitazione massima per le due deposizioni di uova di caretta caretto sul territorio, le più a nord nel Mediterraneo. Mercoledì un incontro tecnico



ROSIGNANO MARITTIMO — Comune, Regione Toscana, Osservatorio toscano per le Biodiversità e Arpat organizzano mercoledì 22 agosto un seminario di approfondimento tecnico sulle due nidificazioni di tartaruga manina caretta caretta avvenute tra fine luglio ed inizio agosto sulla spiaggia di Santa Lucia, a Castiglioncello.

Evento eccezionale quello avvenuto sulle nostre spiagge, non solo perché si tratta di una doppia nidificazione, ma perché è la più a Nord di tutto il Mediterraneo. La schiusa delle uova potrebbe avvenire a partire dal prossimo 8 settembre, ovvero dal 42° giorno e fino al 91° in base alle condizioni climatiche. Per salvaguardare le preziosissime uova, viste le condizioni meteo marine dello scorso weekend e le previsioni per i prossimi giorni, Arpat Settore mare e il Comune di Rosignano hanno creato una barriera con sacchi di sabbia a protezione dei due nidi presenti sulla spiaggia.

L’incontro del 22 agosto, coordinato da Sergio Ventrella della Regione Toscana/OTB, sarà aperto dal sindaco Alessandro Franchi e dall’assessore regionale Ambiente e difesa dal suolo Federica Fratoni. Interverranno inoltre Letizia Marsili dell’Università di Siena, Cecilia Mancusi di Arpat, Giuliana Terraciano di Izslt sezione di Pisa e Luana Papetti dell’associazione Tartamare.

L’incontro formativo si terrà a partire dalle 10,15 nella sala conferenze di Villa Pertusati, in via E. De Filippo 6 a Rosignano Marittimo. Il seminario di approfondimento è aperto a tutta la cittadinanza e Regione Toscana rilascerà agli interessati uno specifico attestato di partecipazione.

Per l’occasione sarà prevista anche l'apertura straordinaria del Museo di Storia Naturale di Rosignano.

(Foto da FB: Tartamare)



Tag